Napoli-Sassuolo 3-1, gli azzurri volano e aspettano il City

La squadra di Maurizio Sarri conquista la decima vittoria in undici giornate di campionato ed è sola al comando della classifica della Serie A.
Il Napoli piega il Sassuolo con un 3-1 frutto dell’ennesima prova di forza di una squadra lanciatissima e in grande spolvero.
L’allenatore azzurro schiera i suoi col 4-3-3, marchio di fabbrica del Napoli, e sistema ancora Chiriches in campo dando riposo a Koulibaly. A destra agisce Maggio in luogo di Hysaj.
Il Napoli scende in campo, quindi, con Reina, Maggio, Albiol, Chiriches, Ghoulam, Allan, Jorginho, Hamsik, Callejon, Mertens e Insigne.
Gli ospiti provano ad opporre resistenza con un 4-3-3 con Consigli, Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso, Mazzitelli, Sensi, Cassata, Ragusa, Falcinelli e Politano.
L’ex centravanti azzurro, Christian Bucchi, guida con coraggio i nerverdi all’assalto e in avvio di gara fa tremare il pubblico del San Paolo, numeroso e caloroso.
Prima della partita si festeggiano le cento presenze dell’albanese Hysaj con la maglia del Napoli e poi, agli ordini del signor Pairetto di Nichelino, si dà il via alle ostilità.
Al 2′ Hamsik scalda i motori e calcia al volo ma la palla non centra il bersaglio.
Dopo due minuti Mertens prova iltiro di sinistro ma Consigli respinge.
La prima grande occasione da rete capita però agli ospiti all’11’ quando da calcio di punizione in posizione defilata Sensi va al tiro e centra la traversa della porta di Reina.
Il Sassuolo è grintoso e dinamico e cerca di correre più dei padroni di casa ma riesce a farsi insidioso solo sui calci piazzati: al quarto d’ora Sensi prova il tiro direttamente da corner ma Reina devia il pallone.
Al 19′ il Napoli sfonda per vie centrali con Mertens che manda in porta Hamsik, lo slovacco tira ma Consigli è provvidenziale nell’intervento.
Poco dopo prova il tiro a giro Insigne e la palla esce di poco.
Le resistenze degli ospiti crollano al 22′ in virtù di una fatale esitazione della retroguardia di Bucchi: Mertens resta a terra al limite dell’area ma per l’arbitro non c’è fallo, si continua a giocare, Sensi e Acerbi esitano e Allan ruba palla e fa secco consigli per l’1-0 del Napoli.
Per il brasiliano è il secondo gol in campionato.
Al 29′ Ghoulam tira al volo da fuori area con il destro e centra il palo.
Il Sassuolo non demorde e, a sorpresa, trova il pareggio al 41′ con un colpo di testa di Falcinelli, al primo gol stagionale, su cross da destra di Politano.
La reazione del Napoli è immediata
Al 44′ segna Callejon: lo spagnolo batte un calcio d’angolo dalla destra della porta del Sassuolo, il pallone sbatte a terra senza che nessuno riesca a intervenire e con un pizzico di fortuna finisce in rete per il 2-1 del Napoli, casuale per come matura ma indubbiamente meritato.
Poco dopo il numero 7 azzurro sfiora la doppietta personale su assist di Mertens ma Consigli è provvidenziale e il bottino di gol in campionato per Josè resta fermo a cinque.
Si va al riposo al termine di un bel primo tempo.
La ripresa si apre con una bomba di Hamsik da posizione defilata ma Consigli si oppone ancora.
Il Sassuolo crolla al 54′: Callejon crossa col destro da sinistra, Albiol fa sponda di testa e Mertens spinge la palla in rete per il 3-1 del Napoli firmando il suo decimo gol personale in questo campionato.
Al 56′ Bucchi toglie Ragusa, uno dei più vivaci dei suoi, e mette dentro un centrocampista, Missiroli.
Al 62′ una punizione di Insigne esce fuori di un soffio.
al 67′ Politano crea scompiglio sulla destra e crossa, va a saltare il giovane Cassata che manda la palla sul palo.
Il Sassuolo soffre il gioco del Napoli ma non si arrende.
Sarri, al 68′, fa la sua ormai classica sostituzione e tira via capitan Hamsik per dar spazio a Zielinski.
Al 70′ entra Pierini, al debutto in A, per Mazzitelli.
Due minuti dopo prova ancora Sensi a calciare ma la palla esce.
Prosegue la girandola dei cambi; al 76′ entra Rog e va a fare l’ala destra al posto di Callejon mentre all’80 entra Giaccherini ed esce Insigne.
All’84’ è ancora bravissimo Consigli ad opporsi ad un diagonale di Ghoulam.
Poi, all’85’, esce Falcinelli ed entra il diciottenne Scamacca.
Nonostante la vivacità del Sassuolo, il Napoli ha la partita in pugno e potrebbe dilagare da un momento all’altro ma sul tiro da lontano di Zielinski, all’87’, la palla sbatte prima su un palo e poi sull’altro ed esce fuori.
La partita finisce 3-1 per il Napoli tra i cori emblematici dei tifosi che cantano: “Forza ragazzi, noi ci crediamo!”

IL TABELLINO:

Napoli-Sassuolo 3-1

NAPOLI (4-3-3) Reina; Maggio, Albiol, Chiriches, Ghoulam; Allan, Jorginho, Hamsik (dal 23′ s.t. Zielinski); Callejon (dal 31′ s.t. Rog), Mertens, Insigne (dal 36′ s.t. Giaccherini). (Sepe, Rafael, Maggio, Maksimovic, Koulibaly, Mario Rui, Diawara, Ounas). All.: Sarri

SASSUOLO (4-3-3) Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Mazzitelli (dal 25′ s.t. Pierini), Sensi, Cassata; Politano, Falcinelli (dal 40′ s.t. Scamacca), Ragusa (dal 12′ s.t. Missiroli) (Marson, Pegolo, Magnanelli, Biondini, Matri, Lirola, Rogerio). All. Bucchi

MARACATORI: Allan 22′, Falcinelli 41′, Callejon 44′, Mertens 54′

ARBITRO: Pairetto di Torino (Posado-Renna/Di Paolo; Abisso-La Penna)
NOTE: Spettatori: cinquantamila circa. Ammoniti: Ragusa, Cassata (S), Zielinski (N) Recuperi: 0′ p.t. 4′ s.t.
Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime news

Potrebbe interessarti

In evidenza

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com