Napoli-Atalanta 2-2, “furto” al San Paolo

Il pareggio tra la squadra di Ancelotti e quella di Gasperini scatena una valanga di polemiche a causa di un episodio increscioso che vede protagonista l’arbitro Giacomelli che si rifiuta di andare al Var per rivedere un evento chiave della gara che condiziona il risultato finale. Napoli-Atalanta termina 2-2 a causa di una decisione arbitrale che stravolge gli equilibri in campo in pochi secondi e provoca la rabbia dei tifosi, dei giocatori, dell’allenatore e del presidente De Laurentiis. La vittoria partenopea sfuma nel finale di gara dopo una buona ma sfortunata prestazione dei padroni di casa che vanno in campo col 4-4-2 con Meret, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Luperto, Callejon, Allan, Fabian Ruiz, Insigne, Lozano e Milik. Gli ospiti si oppongono con un 3-4-1-2 con Gollini, Toloi, Djimsiti, Palomino, Hateboer, De Roon, Freuler, Goosens, Pasalic, Gomez e Ilicic. Nel giorno del compleanno di Maradona e del ritorno di Hamsik a vedere la sua ex squadra, c’è grande entusiasmo al San Paolo e i partenopei partono all’attacco col colpo di testa di Koulibaly bloccato da Gollini.
Dopo due minuti parte un cross di Di Lorenzo e Milik si coordina bene per la girata ma Gollini para con i piedi.
Al 6′ arriva la reazione dell’Atalanta che guadagna una punizione che Ilicic calcia pericolosamente ma  Meret tespinge e  poi Allan evita la ribattuta. Nella circostanza il brasiliano si fa male e, all’11’ deve lasciare il campo a Zielinski. Il Napoli riprende a giocare e al 12′ libera spazio per una penetrazione in area di Callejon che calcia col sinistro ma una parata di Gollini gli chiude lo specchio. Lo spagnolo vanifica una ghiotta occasione per passare in vantaggio ma si riscatta al 16′ pennellando un pallone in area per la testa di Maksimovic dopo un gran lancio di Insigne. La capocciata del serbo vale il vantaggio azzurro.  Al 22′ il raddoppio sembra cosa fatta ma Milik, raccogliendo una respinta di Gollini, colpisce il palo da due passi. Dopo tanta sfortuna arriva addirittura un errore di Meret.
Al 41′ c’è il pareggio dell’Atalanta con Freuler che si inserisce in area e tira, la palla passa sotto le gambe del portiere e si insacca. Il primo tempo si chiude in pareggio e la ripresa si apre con una dormita della difesa del Napoli: al 52′ Pasalic si gira liberamente in area e tira fuori di poco. Al 59′ entra Mertens per Lozano che offre segnali di ripresa ma continua a non incidere. Al 60′ un bel destro a giro di Insigne va fuori di un soffio. Al 65′ – entra Kjaer per Djimisiti.
La sfortuna assurda del Napoli continua inesorabile: al 68′ una punizione di Milik manda la palla a scheggiare la traversa. È il secondo palo per Arek. Al 69′ Gasperini fa entrare Castagne per Pasalic. Finalmente al 71′ il Napoli ritrova il vantaggio perduto; Milik batte Gollini in uscita su assist di Fabian Ruiz. Il popolo del San Paolo applaude il suo bomber. Al 72′, però, il Napoli ha il demerito di sprecare l’ennesima occasione da gol: Fabian è solo in area e spara fuori. L’Atalanta vuole il pareggio e al 74′ entra Muriel per il non vivacissimo Gomez. Il Napoli risponde all’82’ sostituendo Milik con Llorente. A cinque minuti dalla fine il Napoli è all’attacco in area avversaria. È l’85’ e Llorente viene atterrato da Kjaer che travolge la punta azzurra disinteressandosi del pallone. È calcio di rigore ma per arbitro e Var è tutto regolare. I giocatori del Napoli si infuriano e si distraggono beccando, all’86′, il clamoroso pareggio dell’Atalanta con Ilicic. A quel punto le vibranti proteste azzurre portano all’espulsione di Ancelotti con Giacomelli inspiegabilmente ostinato a non voler andare nemmeno a rivedere l’episodio. Il torto subito è gigantesco e ci vuole una pronta parata di Meret, alla ripresa del gioco, per evitare il peggio. Il portiere si oppone alla girata di Ilicic col Napoli frastornato e nervoso.
Dopo un lungo recupero la gara finisce con un ingiusto pareggio che inguaia il Napoli, ormai lontanissimo dalla vetta.

IL TABELLINO:

Napoli-Atalanta 2-2

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Luperto; Callejon, Allan (11′ Zielinski), Fabian Ruiz, Insigne; Lozano (59′ Mertens), Milik (82′ Llorente). A disp: Ospina, Karnezis, Tonelli, Ghoulam, Mario Rui, Gaetano, Elmas, Younes. All.: Carlo Ancelotti

Atalanta (3-4-2-1): Gollini; Toloi, Djimsiti (64′ Kjaer), Palomino; Hateboer, Freuler, De Roon, Gosens; Gomez (74′ Muriel), Pasalic (69′ Castagne); Ilicic. A disp: Rossi, Sportiello, Masiello, Ibanez, Arana, Malinovskyi, Barrow. All.: Gian Piero Gasperini

Arbitro: Piero Giacomelli (Trieste)

Marcatori: 16′ Maksimovic (N), 41′ Freuler (A), 71′ Milik (N), 86′ Ilicic (A)

Ammoniti: Maksimovic, Di Lorenzo, Insigne (N) Toloi, de Roon, Pasalic (A)

 

 

 

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime news

Potrebbe interessarti

In evidenza

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com