“Interrompo dal San Paolo”: presentazione al Chiostro di San Domenico Maggiore il 16 settembre

La storia del Calcio Napoli in un’antologia che lega memoria ed emozioni.  Si terrà
mercoledì 16 settembre alle 18, nella suggestiva cornice del Chiostro di San Domenico
Maggiore la presentazione del libro “Interrompo dal San Paolo” (Giammarino Editore).
Moderatore il giornalista Valter De Maggio, direttore responsabile di Radio Kiss Kiss
Napoli.
Protagoniste della serata saranno le giornaliste Melina Di Marino, Valeria Grasso e
Argia di Donato, tre tra le venti coautrici della raccolta di racconti.
In “Era de maggio”, Melina di Marino ricorda l’unico gol segnato all’ombra del Vesuvio
dall’allora e sempre amato capitano del Napoli, Francesco Montervino, in un Napoli-
Chievo del 31/05/2009 terminato poi 3-0.
Valeria Grasso con il suo “Passione azzurra come il cielo e il mare”, parla di un
calciatore che veste ancora oggi i colori azzurri, Dries Mertens e che, complice anche
quel gol segnato il 18/12/2016 nella partita contro il Torino finita 5-3, è riuscito a bruciare
ogni record, detenendo il primato per il maggior numero di reti segnate con la maglia del
Napoli.
Argia Di Donato, invece ci riporta indietro nel tempo, nel lontano “17 febbraio 1974”, che
è anche il titolo del suo racconto, e ricorda il primo gol segnato in maglia azzurra da uno
dei capitani simbolo della squadra partenopea, vincitore del primo scudetto con Diego
Armando Maradona, Giuseppe Bruscolotti. La partita era contro l’Inter di Mazzola e
terminò 2-1.
L’evento, che rientra nell’ambito della programmazione culturale dell’Assessorato alla
Cultura e al Turismo del Comune di Napoli avrà, tra gli altri, ospite d’eccezione il
Sindaco Luigi de Magistris.
Per lunghi anni “lo scusa Ameri” annunciato dal radiocronista di “Tutto il calcio minuto per
minuto” è stato contemporaneamente l’occhio e il cuore di chi non c’era, passando – in
qualche modo – la palla a chi ascoltava. La TV veniva solo dopo, a freddo. E lì la scelta
della Rai fu quella del campanile garbato dei Necco, dei Vasino e dei Carino.
A sessant’anni dalla prima trasmissione, andata in onda il 10 gennaio del 1960, la forza
del racconto forbito, incisivo, immediato, educato, mai edulcorato e sempre accompagnato
con giusti aggettivi resiste anche allo strapotere dell’immagine televisiva.
Da queste basi nasce “Interrompo dal San Paolo”, debutta un progetto editoriale che
riporta la fantasia al potere imbracciando il pensiero immaginario contro una narrazione
attuale contaminata dall’abuso della tecnologia, fatta di numeri e percentuali che uccidono
le emozioni.

Un   volume   curato   dal   giornalista Pietro Nardiello con la prefazione del presidente
nazionale dell’Ordine dei Giornalisti Carlo Verna, a cui hanno preso parte 20 donne tra
giornaliste e scrittrici che hanno raccontato altrettante reti di calciatori che, in un modo o
nell’altro, hanno contribuito a realizzare la storia del Calcio Napoli: da Sivori a Maradona,
da Savoldi a Mertens, da Juliano a Insigne.
Tante   storie   dove   i   protagonisti   non   vedono   il   gol, o   non   riescono a vederlo,
ma lo ascoltano alla radio, immaginando le gesta dei protagonisti. Sono queste le storie
che formano la ricchezza di un libro che offre un punto di vista diverso dal modello
“maschio”.

 

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime news

Potrebbe interessarti

In evidenza

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com