Consiglio Federale, è ufficiale, si gioca anche in Italia; A, B e C vanno avanti

La Figc e la Lega confermano di voler lavorare per partire con la massima serie sabato 13 giugno, a patto che il Governo cambi la norma che vieta qualsiasi tipo di evento, anche a porte chiuse, fino a domenica 14.
I tempi per la Serie A restano gli stessi con partenza il 13 giugno e conclusione entro il 2 agosto anche se il termine previsto dall’Uefa potrebbe non essere perentorio.
La novità è che per Serie B e Serie C, che sembravano destinate a non ripartire, c’è invece tempo fino al 20 agosto.
Inoltre la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre.
Qualora dovessero subentrare problemi causati ancora dall’emergenza sanitaria, il Consiglio Federale stabilisce che potrà mutare il format dei campionati ricorrendo a playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni, incluse promozioni e retrocessioni.
Inoltre, in caso di definitiva interruzione, la classifica sarà definita applicando oggettivi coefficienti correttivi in modo da garantire in ogni caso un verdetto finale.

 
IL COMUNICATO UFFICIALE DELLA FIGC:

“In ossequio al principio del merito sportivo quale caposaldo di ogni competizione agonistica, come previsto dal Cio e dal Coni, e in conformità alle disposizioni emanate dalla Fifa e dalla Uefa nelle scorse settimane, nonché a seguito della pubblicazione dell’art. 218 bis del cosiddetto ‘Decreto Rilancio’, la Figc ha espresso la volontà di riavviare e completare le competizioni nazionali professionistiche fissando al 20 agosto la data ultima di chiusura delle competizioni di Serie A, B e C. Precedentemente al riavvio dell’attività agonistica sarà competenza del Consiglio Federale determinare i criteri di definizione delle competizioni laddove, in ragione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, le stesse dovessero essere nuovamente sospese, secondo i principi di seguito indicati: individuazione di un nuovo format (brevi fasi di playoff e playout al fine di individuare l’esito delle competizioni ivi incluse promozioni e retrocessioni; in caso di definitiva interruzione, definizione della classifica anche applicando oggettivi coefficienti correttivi che tangano conto della organizzazione in gironi e/o del diverso numero di gare disputate dai Club e che prevedano in ogni caso promozioni e retrocessioni. Infine, per effetto di quanto deliberato, la stagione sportiva 2020/2021 avrà inizio il prossimo 1 settembre”. 

Sii il primo a commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime news

Potrebbe interessarti

In evidenza

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com